che lavoro cerchi? in quale settore ? dove?  
 

Franchising: diventa il capo di te stesso

scritto da mauropepe il 15/11/2017 alle 18:30

Sono molte le opportunità per chi vuole aprire un’attività imprenditoriale, ma sono molte anche le insidie che si possono trovare sulla propria strada. Purtroppo non è sempre possibile prevedere i rischi, soprattutto quando non si hanno grandi conoscenze di questo settore. Per questo motivo molti imprenditori alle prime armi decidono di dedicarsi al franchising. Le motivazioni sono varie, guardiamole insieme.



I vantaggi di un negozio in franchising
Le motivazioni per cui si decide di avviare un’attività in franchising, al posto di una del tutto fai da te, sono correlate soprattutto al supporto che si può ottenere dall’azienda franchisor. Per avviare un franchising di successo infatti spesso ci si affida a marchi molto famosi; questo permette di avviare un’attività commerciale che ha già un nome alle spalle e una clientela consolidata. Alcuni marchi sono ormai arcinoti e in ogni luogo, in Italia, in Europa o anche altrove, è possibile avere già a disposizione una clientela pronta ad acquistare la merce in vendita. Inoltre il franchisor ci offre la  possibilità di sfruttare la pubblicità, che a volte viene svolta a livello nazionale, con campagne molto ampie su tutto il territorio. Per un piccolo negozio queste cose sarebbero del tutto impossibili senza un franchising alle spalle.

L’appoggio dall’azienda franchisor
Molte aziende che propongono il loro marchio in franchising inoltre offrono anche servizi aggiuntivi ai loro franchisee. Ad esempio il supporto tecnico e amministrativo nel momento in cui si decide di avviare l’attività, oltre all’aiuto nella scelta di arredi e disposizione del punto vendita. Il primo magazzino viene predisposto con l’aiuto di esperti del settore: per una persona alle prime armi è un tipo di supporto non indifferente. Spesso i franchisor organizzano corsi di gestione dei punti vendita e delle vendite, per personale a tutti i livelli, o anche di marketing o altri argomenti correlati. Spesso una formazione non specifica è uno dei primi punti dolenti per chi gestisce uno show room, qualsiasi sia il prodotto in vendita. Questo tipo di aiuto quindi è particolarmente interessante.

Verificare doveri e diritti specificati nel contratto di franchising
Anche se esiste una sorta di contratto di base per il franchising in Italia, è anche vero che possono essere effettuate diverse variazioni, che dipendono dal singolo franchisor. Quando si decide di aprire un’attività in franchising è necessario quindi verificare, passo passo, cosa il contratto ci richiede e i vantaggi che ci garantisce. Alcuni contratti infatti sono particolarmente interessanti e permettono al franchisee di avere merce in conto vendita, da restituire se invenduta, o anche di abbattere i costi per la restituzione e il ritiro della merce. In alcuni casi è richiesto un pagamento per l’affiliazione, mentre alcuni marchi non ne richiedono nessuno. Tutti questi elementi devono essere valutati con cura, per poter avere la certezza di scegliere il franchisor giusto.

Requisiti minimi
buona parte delle aziende che propongono attività in franchising richiedono ai franchisee dei requisiti minimi, senza i quali non è possibile ottenere l’affiliazione. In genere si tratta di questioni correlate alle dimensioni del punto vendita, alla disponibilità economica, alla vicinanza con altri negozi della medesima catena.


Segnala questo annuncio !
Condividi su FaceBook Condividi su Twitter
LASCIA UN COMMENTO

nome
email
sito web
commento
Captcha ASP image test against automated form submission Digita i caratteri che vedi nell'immagine


Questo articolo non ha commenti
JobLetter
nome:  
 
email  
 
Digita i caratteri che vedi nell'immagine
Captcha ASP image test against automated form submission
 

 
A portata di click